Musica anni Novanta: le 4 canzoni più famose di quel decennio

spice girls

Gli anni Novanta sono stati senza ombra di dubbio uno dei periodi della storia più interessanti, innovativi e divertenti dal punto di vista musicale. Vediamo quindi di ripescare 4 delle canzoni che hanno segnato di più quell’epoca, ricordando non solo gli specifici brani, ma anche gli artisti che vi stavano dietro.

Spice Girls con “Wannabe” (1996)

Tutti conoscono le Spice Girls e tutti, almeno una volta, avranno sentito un loro brano. Questa band tutta al femminile di brani belli ne ha fatti parecchi, ma uno dei singoli di maggior successo è stato “Wannabe” tratto dall’album “Spice”. Edito da Virgin, questo singolo è stato buttato giù in meno di mezzora dalla band in collaborazione con Richard Stannard e Matt Rowe. E’ stato in buona sostanza un singolo che ha avuto un grande successo, ma che non è costato chissà quale fatica ai suoi artefici. Dopotutto ad ammetterlo è stato proprio uno di coloro che sul brano ci hanno lavorato: “Avete presente – ha detto – quando vi trovate in un gruppo e cominciate a inventare parole? Non facevamo altro che ridere e a quel punto abbiamo inventato la parola zigazig-ha. Da lì è nata la canzone”.

Madonna con “Vogue” (1990)

Rimanendo sul gentil sesso, impossibile parlare di anni Novanta e non menzionare Madonna. Traendo ispirazione da coreografi di peso come Jose Gutierez Xtravaganza, Madonna ha tirato fuori uno dei singoli più iconici della sua carriera: “Vogue”. Corre l’anno 1990 quando la regina del pop propone al pubbico il brano “Vogue”, un brano ispirato al voguing, per l’appunto, cioè ad un tipo di ballo contemporaneo molto presente nei locali gay frequentati da latinoamericani nel clou degli anni Sessanta. Con “Vogue”, questa danza, da circoscritta quale era, è diventata un fenomeno di massa dapprima in America e poi in tutto il resto del mondo; inoltre questo singolo ha avuto il merito di aver gettato le basi della house degli anni 2000.

Nirvana con “Smells like Teen Spirit” (1991)

Un anno dopo l’incredibile successo di “Vogue” di Madonna, i Nirvana se ne escono con “Smells like Teen Spirit”, che ancora oggi possiamo definire la canzone più poplare e amata degli anni Novanta. Dopotutto non si può mettere in riproduzione il brano e non rimanere affascinati, già nei primi secondi, dagli accordi sporchi e taglienti di Kurt Cobain. Quando ha fatto capolino nel panorama musicale, questa canzone si è presentata come un terremoto: i suoi tratti caratteristici erano così inediti, così fuori dal coloro e così arrabbiati, che non hanno potuto fare a meno di trascinare dietro di loro intere frotte di adolescenti; di ragazzi che in quegli accordi e in quelle parole ci trovavano, ieri come oggi, un manifesto della loro generazione.

TLC con “No Scrubs” (1999)

Gli appassionati degli anni Novanta molto difficilmente non conoscono “No Scrubs”, iconico brano datato 1999 che porta la firma delle TLC. Questo brano, ideato da una delle girl band americane più amate dell’epoca, è estratto dal disco “FanMail”. Parliamo di un singolo che sin dal suo approdo ha trovato il favore del pubblico e delle radio piazzandosi in testa alle classifiche e diventando, nell’arco di pochissimo tempo, uno dei pezzi più forti degli anni Novanta.